Quanto è importante esporre ad una fiera

febbraio 21, 2017 by · Leave a Comment
Filed under: aziende 

Nell’attuale clima economico alcuni responsabili di azienda possono pensare che fiere e mostre siano uno strumento vecchio che si usava nel passato.

La partecipazione agli eventi ed i budget di marketing sono stati tagliati e ridotti in molte aziende, concentrando più fondi nella ricerca di altri modi per rafforzare i team di vendita.

 

Molte aziende e piccole imprese, con ridotte possibilità di investimento, stanno mettendo meno enfasi e denaro per esporre alle fiere di settore, come invece veniva fatto nel passato, questo a causa dei tempi difficili che le imprese stanno affrontando.

 

Tuttavia l’importanza di esporre ad un evento fieristico non deve essere sottovalutato, questo perché le fiere sono tutt’altro che estinte, oggi sono ancora il modo migliore per farsi notare all’interno del proprio settore.

 

Affidandosi a società che si occupano di allestimenti fieristici, è possibile trovare la giusta soluzione che soddisfi il proprio budget, grande o piccolo che sia, per la realizzazione dello stand espositivo alla fiera ideale.

 

Quando si partecipa ad un evento fieristico è fondamentale esibire ed attrarre il pubblico interessato al proprio business, creare nuovi contatti utili per il futuro.

 

Incontrarsi faccia a faccia è inestimabile.

 

Alcune persone sostengono che se si è in grado di acquistare qualsiasi cosa online stando comodamente seduti nel proprio ufficio, perché spendere tempo e fatica per frequentare o esporre ad una fiera per trovare quello che si sta cercando?

Internet ha tanti vantaggi, ma il limite di ridurre praticamente a zero il rapporto faccia a faccia, la possibilità di toccare con mano sia gli oggetti che la personalità delle persone con cui eventualmente creare legami di business.

L’impatto faccia a faccia è ancora oggi molto importante per creare quella fondamentale empatia che porta le persone a definire dei legami duraturi.

 

In ottica business è perfetto per spostare l’ago della bilancia dalla propria parte rispetto a quella della concorrenza che non partecipa a fiere ed eventi, bisogna però essere onesti e credibili.

 

La progettazione, costruzione e realizzazione dello stand fieristico, grazie alla collaborazione con professionisti del settore, è in grado di guidare nella giusta direzione le specifiche esigenze di ogni azienda in modo da sviluppare al meglio il proprio business.

 

In base al tuo budget gli allestitori fieristici hanno l’esperienza e la conoscenza in grado di trovare la giusta soluzione espositiva per costruire un piano di sviluppo del proprio marchio durante l’evento.

 

L’importanza dei numeri

 

Oggi le fiere di settore riscuotono un grande successo di pubblico, decine di migliaia di persone partecipano ad eventi con cognizione selettiva, l’importanza di esporre a questi eventi risulta quindi fondamentale per accrescere e migliorare il proprio business.
Basta consultare alcuni dei siti web delle fiere di interesse per fare una valutazione quantitativa e qualitativa di ciò che questi eventi possono ancora dare, in termini di sviluppo commerciale, ad aziende di moltissimi settori.

Come creare un canale di gaming su Youtube?

febbraio 20, 2017 by · Leave a Comment
Filed under: internet 

Se state pensando di creare un canale di gaming su Youtube, per trasformare la vostra passione in un lavoro, vi darò alcuni suggerimenti per i primi passi. Innanzitutto dovete valutare che piattaforma di gioco preferite utilizzare, cioè console o computer. La registrazione audio è un punto fondamentale, quindi non potete utilizzare il microfono della web o il microfono integrato del pc, poiché si sentirebbero i rumori di sottofondo. Acquistate un buon headset (cuffie più microfono) ed una tastiera gaming se utilizzate il pc. Come software di screencast, che vi serve per la registrazione digitale dell’output dello schermo, vi consiglio: Dxtory, Fraps, Bandicam e PlayClaw. Come software di editing vi suggerisco invece Power Director, Sony Vegas Pro, Final Cut Express, Adobe Premiere Elements e After Effects.

Una volta realizzato su Youtube il canale dedicato al gaming, troverete l’opzione per monetizzare con i video inseriti. Ciò è possibile solo per un breve periodo, poiché non possedete i diritti di gioco e se gli introiti diventano consistenti potreste avere anche problemi di natura legale. Se il vostro canale però attirerà diversi fan e riuscirà a registrare diverse visite giornaliere, Youtube potrebbe proporvi la partnership. In questo caso i soldi monetizzati con la visualizzazione dei video dovranno essere condivisi con le aziende produttrici dei giochi e con Youtube. Personalmente vi consiglio di non monetizzare subito i video, ma di aspettare di affiliarsi con ungaming network per poi accedere ad un guadagno perfettamente legalizzato.

Sono diversi i ragazzi che hanno iniziato a fare gli youtubers con canali dedicati ai videogiochi per divertimento, poi avendo trovato l’attività piuttosto remunerativa hanno deciso di unire l’utile al dilettevole trasformandola in una vera professione. Lo youtuber numero uno in questo settore è sicuramente PewDiePie, un ragazzo svedese che annualmente muove un volume di soldi che oscilla tra i 5 mila ed i 15 milioni di dollari. In Italia i più gettonati sono Favij“ilvostrocaroDexter”Cicciogamer89 e St3pNy. I loro guadagni annuali si aggirano sui 150 mila euro, ma possono essere molto di più in base alle visualizzazioni dei video. Spesso gli youtubers sono invitati come ospiti ad eventi e discoteche, per un cachet che va dai 5 mila ai 7 mila euro.

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network